Prismi
2024/2025


Anahì Traversi e Marzio Gandola sono l’autrice e l’autore vincitori del bando PRISMI, laboratorio biennale di alta formazione e professionalizzazione alla drammaturgia in lingua italiana, rivolto a drammaturghe e drammaturghi emergenti di nazionalità o residenza svizzera. Grazie alla supervisione dei drammaturghi Francesca Garolla e Matteo Luoni, Traversi e Gandola nel corso del 2024 svilupperanno un testo, a partire da una propria idea progettuale, incontrando esperti, sperimentando i testi con attori ed attrici , partecipando a residenze di scrittura e di traduzione, seguendo festival nazionali e internazionali. Nel secondo anno, presentano presso il LAC il loro testo in forma di mise-en-espace insieme ad altri due testi svizzeri in lingua tedesca e due in lingua francese di autori e autrici emergenti svizzeri/e.



Anahi Traversi
Autrice Prismi 24/25

Bio

Sono nata in Svizzera in primavera. Le mie origini sono argentine, italiane e svizzere, e qui le riporto in rigoroso ordine alfabetico, poiché ciascuna di esse riveste una propria importanza. E perché un qualsiasi altro ordine potrebbe causare malumori tra i parenti. Finite le scuole, diventa molto difficile per me capire cosa fare da grande. Avrei voluto studiare scenografia ma poi mi iscrivo a Lettere e Filosofia; non contenta della scelta frequento un’accademia di teatro diplomandomi come attrice, ma forse, col senno di poi, avrei preferito diventare una cantante lirica. La mia vita professionale è volutamente inquieta e varia dal teatro di regia alla performance, senza soluzione di continuità. Credo di essere agnostica ma spero di potermi reincarnare in un gatto così da avere sette vite e saltare sui tetti di notte.
Progetto

Credo di non aver mai riflettuto sui significati della parola casa per gran parte della mia vita. Ma ora, complice l’età più matura, la casa è diventato un tema centrale, per me. Ho vissuto in luoghi angusti, di passaggio, dove ero circondata da cose che non mi appartenevano e che faticavo a riconoscere; o in luoghi apparentemente familiari e accoglienti dove però non riuscivo mai a sentirmi altro che una ospite. Se penso a tutte le case dove ho abitato, vedo solo un disordine casuale. Come se non avessi mai deciso il luogo dove abitare ma fosse stato lo spazio da abitare a scegliere me. “Non c’è nessun posto come la propria casa.” dice Dorothy nel celebre romanzo di Lyman Frank Baum, ma questo è sempre vero? Anche se la nostra casa non corrisponde ai nostri desideri e alle nostre necessità?

Marzio Gandola
Autore Prismi 24/25

Bio

La prima notte che ho passato all’addiaccio a 9 anni sui monti sopra Chironico mi sono innamorato della volta celeste, e ho sognato di diventare fisico per scoprirne i segreti. Lo stesso anno ho anche cominciato a fare corsi di teatro perché ero negato in ogni sport, ma questo per ora non ha molta importanza. Al liceo qualche amico mi ha aiutato a intuire che anche un libro di Borges o un verso di Sereni potevano essere utili a sfiorare il cielo. Ho accolto i consigli ma poi sono andato a Losanna a studiare fisica al poli. Qui, lontano dai versi poetici, ho capito che il teatro può essere molto utile, non solo per sostituire lo sport. Ho (ri)fondato la compagnia studentesca PourquoiPas? E ho cominciato ad inseguire le stelle in un modo nuovo, prima a Luminanza, poi in accademia, infine a Prismi.
Progetto

La Svizzera dalla storia pacifica, senza guerre o rivoluzioni è un cliché che possiamo condividere o meno. Ma chi ha un’idea chiara su quali siano i grandi eventi storici che hanno formato la nostra identità nazionale? La mia indagine non lavora sulla Storia o sulla retorica nazionale, ma si sofferma su due tragedie mancate della storia recente: l’incidente alla centrale nucleare di Lucens de 1969 e l’attentato sventato alla Scuola Cantonale di Commercio di Bellinzona del 2018. Due fatti che incarnano le grandi paure di ciascun periodo, non solo in Svizzera, caduti entrambi nell’oblio. Quale oblio? Quello della tecnica, forse il solo collante nazionale


Prismi è sostenuto da
Pro Helvetia, SSA - Société suisse des auteurs et autrices, Ernst Göhner Stiftung, Città di Lugano, Museo d’Arte di Mendrisio, Comune di Chiasso

Partner 
LAC - Lugano Arte e Cultura

Theater Winkelwiese, Théâtre du Jura, Theater Marie, Théâtre Poche Genève, TOBS - Theater Orchester Biel Solothurn, Giornate del teatro svizzero 2024